Perché non c’è mai un John Galliano nei paraggi quando serve.

Insomma niente vizi da star, come andare alle sfilate e fare shopping?

«Guardi, le rispondo perché sono una persona gentile, ma voi giornalisti fate sempre le stesse domande: è vero, gli impegni pubblici e mondani mi costringono a seguire la moda con una certa attenzione, ma restituisco sempre gli abiti che indosso in occasione di una première. E nella vita quotidiana cerco di applicare la regola “no-buying-anything-new”: non compro niente di nuovo finché non ho i buchi nelle scarpe. Vestirmi è solo un gioco, niente di importante. Perché ora non facciamo una conversazione intelligente?»

L’intervista all’attrice-premio-oscar-parlo-67-lingue-laureata-a-harvard-mica-pizzi-e-fichi è qui. Il briefing di Galliano qui.

Anche al supermercato.

Saremo pure un Paese indietro su tanti aspetti ma oggi, grazie a Sara Tommasi, c’è stato il sorpasso. Mentre oltreoceano delle sciagurate trasgrediscono fumandosi la salvia e preparandosi letali cocktail di chinotto e gazzosa, noi abbiamo le droghe da bicchiere che inducono «voglie esagerate a letto» o quelle di nuova generazione per uso topico, disponibili anche nelle migliori Esselunga d’Italia.

Un piccolo passo per una soubrette, ma un grande passo per una Nazione.

Tacere. Per non morire.

Quelli che al mattino sul tram parlano con la madre, il padre, i figli, la fidanzata, il fidanzato, la cugina, la vicina di casa, la filippina, la maestra, con chiunque insomma, ecco, questi devono essere messi ai domiciliari e uscire solo dopo aver partecipato a esercitazioni coatte sul tema Smettere di parlare è facile se sai come fare. Smettere di puzzare ancora più facile.