Beyond blonde.

Da ieri esiste Amazon Italia. E proprio ieri pomeriggio, in preda a una voglia matta e disperatissima di leggere qualcosa di impegnato e formativo,  su consiglio di una brava maestra ho comptrato questo.  Stamattina era già sulla mia scrivania. Poco fa ho aperto una pagina a caso e ho riso molto.

When I first moved to New York after college, this cute guy, a twenty-seven-year-old movie director (who’d never actually directed a movie) told me I “needed a Brazilian here.” Considering the position of his head at the time, which I’m way too polite to reveal, I thought it was très peculiar that he was proposing that a man of Latin origin should put his head in the same place. “Chad!” I said. “Why would you want a Brazilian here as well as you?” (I mean, not to be racist or anything, but one foreigner a time.)

Nuove tendenze Fall-Winter 2010

Mi travesto da povera. Tolgo i Prada da giorno e, col calar della notte, indosso dei pronto-moda (che la mia colf mi fa arrivare direttamente dai migliori prontisti di Reggio Emilia) e mi avventuro al di fuori del quadrilatero, spingendomi addirittura parecchi metri al di là di San Babila.

Letizia Moratti. Un sindaco-coraggio.

Slavinia Borromeo

Il suo stilista preferito, oltre ad Armani? «Intanto vesto Armani sempre volentieri: ha uno stile semplice, pulito; certi suoi tailleur sono incredibili. Mi piace Dior. Poi dico Valentino. Straordinario. L’abito del mio matrimonio era suo. Il velo invece era antico: in casa ce lo tramandiamo da generazioni».

Avere poche idee ma confuse. Essere comunque una ragazza ricca, sufficientemente magra e proporzionalmente alta da poter dire, con una certa convinzione, che l’eleganza è «Una cosa innata. Se non ce l’hai non te la puoi dare».

L’eccitante resto qui.